Nuova Solidarietà, Melania e Giuseppe: “il Servizio Civile Universale ci sta cambiando la vita”

0
203

Siamo, Melania e Giuseppe abbiamo scelto di far parte del mondo del Servizio Civile Universale, con all’associazione Nuova Solidarietà. Abbiamo preso servizio presso la sede di Nuova Solidarietà sita nel comune di Campo Calabro.

Siamo arrivati alla fine della nostra seconda settimana di servizio civile universale in emergenza da COVID-19. Con determinazione, attenzione ed empatia, abbiamo preso in mano questa situazione con un leggero timore ma con il desiderio di tendere la nostra mano a chi si trova in situazione di difficoltà accentuata dalla necessità di dover rimanere a casa.

Abbiamo pensato di far sentire ancora di più la nostra vicinanza creando un cartellone su cui abbiamo riprodotto due mani che tentano di aggrapparsi, come a significare che, nonostante il momento ci obblighi a stare distanti ed evitare i contatti ravvicinati, NOI CI SIAMO E CI SAREMO, perché soltanto unendo le nostre forze e rispettando le norme potremo dire di avercela fatta! Le nostre mani, oggi più che mai, sono state pronte a trasportare carrelli carichi di spesa, buste contenenti farmaci, aiutando e rispettando il bisogno di ogni singola persona.

Tutto, giornalmente, è partito da una telefonata che aveva come scopo quello di sostenere e tenere compagnia con una semplice chiacchierata. Alcuni hanno accettato il nostro aiuto e richiesto beni di prima necessità quali consegna domiciliare di farmaci o spesa. Carichi di forza e di pazienza abbiamo portato a termine la richiesta e a gratificare tutto questo è stato un grande sorriso e un piccolo dono offertoci dalle gentilissime signore. Un altro atto di aiuto è stato quello di continuare il servizio di doposcuola per i bambini siriani attraverso una videochiamata giornaliera.

 

I nostri bambini ci mancano tanto ma questo momento non ci permetterà di stargli distanti, perché CIÒ CHE NON SI PUÒ TOCCARE SI PUÒ SENTIRE.

LEAVE A REPLY