Per Reddito di Cittadinanza (abbreviato in RdC) intendiamo una misura che ha l’obiettivo di contrastare attivamente la povertà ed offrire un contributo economico a tutti coloro che:

  • Sono attualmente senza un reddito
  • Hanno un reddito ma è insufficiente per vivere dignitosamente
  • Non hanno un lavoro e, di conseguenza, non hanno un reddito

La misura contro la povertà adottata dal Governo è ormai legge e entrerà in vigore il 6 marzo 2019: sapere come richiedere il contributo e quali sono i requisiti di accesso per fare domanda è fondamentale per assicurarti di rientrare tra i destinatari di questo bonus.

Ebbene, secondo quanto esplicato nell’art. 2 del RdC, hanno diritto al reddito coloro che:

  • Hanno la cittadinanza italiana, oppure cittadini di uno Stato membro UE. Il contributo è riconosciuto anche agli stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno;
  • Sono residenti in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in maniera continuativa;
  • Hanno un valore ISEE inferiore a 9.360€;
  • Hanno un patrimonio immobiliare (nel quale non è compresa la casa d’abitazione) inferiore a 30.000€;
  • Hanno un patrimonio mobiliare inferiore a 6.000€. Questo limite si innalza di 2.000€ per ogni componente familiare successivo al primo (fino ad un massimo di 10.000€). Vi è poi un incremento di 1.000€ per ogni figlio successivo al secondo, e di 5.000€ in caso di presenza di una persona con disabilità nel nucleo familiare;
  • Hanno un reddito familiare non superiore a 6.000€. Questa soglia è aumentata a 9.360€ qualora il nucleo familiare sia in affitto

Il funzionamento è molto semplice:

  • L’interessato, in possesso dei  requisiti sopra indicati, presenta la domanda per avere il reddito di cittadinanza 2019
  • Una volta presentata la domanda, questa può essere accettata o rigettata a seconda del rispetto di tutti i requisiti per il reddito di cittadinanza previsti dalla normativa
  • In caso di accettazione, il beneficiario riceverà il contributo RdC mediante un’apposita card prodotta con Poste Italiane, la “Carta RdC
  • Nel frattempo, il soggetto beneficiario del reddito dovrà impegnarsi ad ottemperare a tutti gli obblighi previsti dal patto per ottenere il contributo (ricerca attiva di lavoro, partecipazione a lavori socialmente utili, accettazione di una delle tre proposte di lavoro).

Come si fa domanda per il reddito di cittadinanza 2019?

Ci sono tre modalità per presentare la tua domanda:

  • Modalità cartacea, presentando il modulo reddito di cittadinanzadebitamente compilato in ogni sua parte presso gli uffici postali. il modulo è reperibile presso l’INPS
  • Online, direttamente dal sito ufficiale reddito di cittadinanza, cui si accede con apposite credenziali
  • Centri di assistenza fiscale (CAF)

Una volta presentata la domanda, l’INPS avrà 5 giorni per verificare l’effettiva validità e decidere se avrai o meno diritto al reddito; ti ricordiamo che non dovrai presentare documentazione aggiuntiva, perché sarà lo stesso INPS ad associare la tua domanda al tuo ISEE.

(In basso nella sezione commenti, è possibile richiedere maggiori informazioni)

4 Commenti

  1. Non potendo fare un processo alle intenzioni, secondo noi lo attiveranno entro il 6 marzo, la data pubblicamente annunciata dal Governo. Il nostro convincimento nasce anche dal fatto che questo dispositivo fiscale è una promessa elettorale in vista delle elezioni europee di una delle forze politiche che sostiene questo Governo. Non dovesse andare in porto sarebbe un tracollo totale, pertanto immaginiamo che velocizzeranno e qualificheranno la macchina organizzativa dei centri per l’impiego.

  2. Ma secondo voi dopo i due anni di beneficio del reddito di cittadinanza. Come è in che modo il governo ti può collocare nel mondo del lavoro?

  3. L’unico strumento che possiede il Governo sono le nuove figure di “Navigator” che avranno il compito di seguire i beneficiari del reddito di cittadinanza nella ricerca di una nuova occupazione, e al tempo stesso di controllare che tutte le attività proposte siano svolte nei modi e nei tempi stabiliti.